Uno dei nostri operatori sarà felice di contattarti entro 24 ore.
Per informazioni telefonare al numero

366 494-5989

Blog

Record da 1 A 10 su 22

Lavarli almeno 2 volte al giorno: 7 consigli per denti in salute

Lavarli almeno due volte al giorno con un dentifricio al fluoro, la cui concentrazione varia a seconda dell'età. Gel e collutori aiutano nella prevenzione, e per i bambini è fondamentale l'esempio che i genitori danno loro nei primi anni di vita. È quanto spiega Roberto Ferro, past-president della Società Italiana di Odontoiatria Infantile (SIOI). Che elenca, in un breve vademecum, le regole per una corretta igiene orale. Perché, spiega, «è sempre utile ricordare un concetto: i denti nascono sani e sta a noi mantenerli tali per il resto della vita».

Leggi 0 commenti

Gengivite: ne soffrono sei italiani su 10

Questo disturbo è spesso un campanello di allarme di patologie più gravi

Più di sei italiani su dieci soffrono di gengivite, ovvero un’affezione della gengiva che, oltre a essere fastidiosa - sebbene caratterizzata perlopiù da lesioni superficiali e reversibili, infatti, può provocare disagi e dolore di varia gravità a seconda dell'estensione - deve essere tenuta sotto stretto controllo perchépiuttosto frequentemente arrossamenti,  gonfiori e sanguinamenti delle gengive sono il primo campanello di allarme di altre patologie della bocca, spesso più gravi. E'quanto emerge da un'indagine realizzata da Future Concept lab per conto dell’Osservatorio sull’Igiene Orale di AZ e Oral-B in collaborazione con AIDI (Associazione Igienisti Dentali Italiani) condotta su un campione di 700 persone di età compresa tra i 19 e i 75 anni. Dai dati raccolti è emerso, in particolare, che il 30% degli italiani dichiara di soffrire o di aver sofferto di gengive arrossate, il 19% di gengive sanguinanti, il 15% di gengive infiammate e/o gonfie e il 25,6% di eccessiva sensibilità dentale. 

 

Oltre ad avere una stretta correlazione con altre patologie del cavo orale, i disturbi alle gengive contribuiscono a un malessere generale di chi ne soffre: il 35% degli intervistati afferma infatti di sentirsi, quando le gengive danno problemi, nervoso e irritabile, mentre il 49% fa fatica a mangiare anche ciò che più piace e il 24% incontra problemi a dormire bene. Per il 15% degli intervistati, poi, i fastidi alle gengive portano a sentirsi a disagio nelle relazioni sociali, e ad evitare di sorridere.

 

Dall'indagine si rileva anche come sia ancora importante diffondere corrette abitudini di igiene orale quotidiane: se il collutorio e le visite dal dentista sono pratiche ben conosciute dagli italiani, sono invece ancora in molti coloro che non utilizzano un dentifricio specifico e non lavano i denti dopo ogni pasto.

0 commenti

Gengive sanguinanti, come curarle

Quello delle gengive sanguinanti è un problema molto diffuso, e purtroppo anche troppo spesso sottovalutato.
Le gengive sanguinanti comportano una serie di disturbi correlati come secchezza delle fauci, alitosi e una sgradevole sensazione di cattivo gusto, oltre a poter causare gravi patologie come la parodontite.

Leggi 0 commenti

Curare i denti in gravidanza è indispensabile per mamma e bebè

Una donna in gravidanza è costantemente seguita dal ginecologo, ma spesso dimentica che durante la gestazione è importante prendersi cura di tutto il corpo, per il bene proprio e del bambino. Un esempio? Le donne in gravidanza spesso si dimenticano del dentista, o hanno paura delle visite odontoiatriche. Sbagliato!

Leggi 0 commenti

Piorrea (termine volgare di parodontite)

Chi non sa cosa sia la “PARODONTITE”?
  La parodontite è in termine scientifico l’infiammazione del parodonto, cioè di tutto quello che sta intorno alle radici dei denti (gengive, legamenti alveolo-dentari, alveoli e apparato osseo). E’ un’infiammazione dovuta quasi sempre ad una scarsa o errata igiene dentale che, se protratta nel tempo, si cronicizza causando il distacco delle gengive dai denti e dando luogo alla formazione della cosi dette “tasche parodontali” che a loro volta determinano danni a carico dell’osso alveolare con la conseguente riduzione della sua altezza. In pratica, volete sapere che cosa avviene se si cronicizza? I denti cominciano a vacillare e se non si interviene con urgenza e con metodi adeguati sarà inevitabile fare la stessa fine di nonna Adelaide, cioè sostituire i propri denti permanenti con una bella dentiera. Per carità, non abbiamo nessuna voglia di perdere i denti e allora cominciamo a vedere quali sono i sintomi premonitori di questa benedetta malattia

Leggi 0 commenti

LA DIETA PER LA SALUTE DEI DENTI

Esiste uno stretto legame tra alimentazione e salute dei denti. Mangiare in modo scorretto può generare carie ed esporre a patologie gengivali di diversa gravità, che possono arrivare fino alla perdita dei denti (come nel caso della piorrea). La bocca è assimilabile, infatti, a un delicato ecosistema che, per mantenere inalterato il suo perfetto equilibrio, ha bisogno di cure attente e continue. Queste, oltre all'igiene, includono una selezione scrupolosa di cibi e bevande.

Leggi 0 commenti

Herpes simplex labiale. Che cos'e'?

L'herpes si manifesta con un'eruzione vescicolare su base eritematosa, molto frequente, causata da un virus. Questi elementi vescicolari sono tipicamente raggruppati a grappolo, sono preceduti da bruciore e prurito. La caratteristica di questo virus è che non conferisce immunità, perciò esiste una recidiva delle lesioni.

Leggi 0 commenti

Si muovono i denti: che succede?

A molti sarà già capitato di sentire uno o più denti muoversi, e oscillare sotto la spinta della lingua o durante la masticazione.
Cominciando a trattare questo argomento, è doveroso ricordare subito che i denti non hanno una posizione assolutamente ferma, ma, anche in perfetta salute, sono leggermente mobili rispetto all'osso. Come immagine mentale potremmo pensare ad una nave ormeggiata ad un molo: fa piccoli movimenti, ma non si muove più di tanto. Ora, di solito questo movimento naturale (sicuramente inferiore al millimetro) non è mai percepito a livello conscio, semplicemente perché… ci siamo abituati.
Se invece tale mobilità si comincia ad avvertire, consideriamolo come un campanello d'allarme.

Leggi 0 commenti

Quali aspetti considerare nella scelta della polizza assicurativa dentistica

Ammontare del premio e tipologia dei trattamenti È necessario determinare un giusto equilibro tra il costo della polizza, dato dal premio mensile, e la tipologia di cure dentali che la stessa copre. In genere, le cure normali – pulizia dei denti, rimozione del tartaro, radiografie di controllo, canalizzazione delle radici e piccole otturazioni – sono previste da tutte le polizze e sono rimborsate interamente. Per altri tipi di interventi, tra i quali l’implantologia, l’apposizione di capsule e di protesi ortodontiche, può essere prevista una copertura parziale.

Leggi 0 commenti